Noi tutti abbiamo conosciuto san Giovanni Paolo II. E’ stato qui in questa piazza e in questa basilica il 21 maggio 1983.

Che cosa ricordare di questo grande uomo, vescovo e papa, oggi che è il centenario della sua nascita? 

  • la sua fede incrollabile in Dio, in Gesù Cristo, nello Spirito Santo
  • la speranza, la fortezza, il coraggio nell’annunciare il Vangelo (da Pontefice ha visitato 132 nazioni, 900 città fra le quali Seregno)
  • l’amore all’uomo, ai giovani, alla Chiesa (“prendete il largo”)
  • la profonda devozione a Maria Santissima (Totus tuus).

Cosa ci direbbe oggi Papa Giovanni Paolo II nella situazione di emergenza sanitaria, sociale ed economica che stiamo attraversando?

  • non abbiate paura 
  • fidatevi di Dio 
  • aprite le porte a Cristo
  • tenete viva la devozione alla Madonna. 

È andato in cielo 15 anni fa, il 2 aprile del 2005.

Noi che lo abbiamo conosciuto abbiamo il compito e la responsabilità di raccontarlo e testimoniarlo ai giovani, perché sappiano che nella vita di Giovanni Paolo II Dio ha donato al mondo un grande Papa che ha segnato positivamente la storia della Chiesa e dell’umanità. 

Possiamo dirlo con gratitudine e orgoglio: “Tra di noi è passato un santo”.

O Trinità Santa,
ti ringraziamo per aver donato alla Chiesa san Giovanni Paolo II e per aver fatto risplendere in lui la tenerezza della tua paternità, la gloria della Croce di Cristo e lo splendore dello Spirito d’amore.
Egli, confidando totalmente nella tua infinita misericordia e nella materna intercessione di Maria, ci ha dato un’immagine viva di Gesù Buon Pastore e anche nella sofferenza ci ha indicato la santità come misura alta della vita cristiana quale strada per raggiungere la comunione eterna con Te.
Concedici, per sua intercessione, e secondo la tua volontà, la grazia che imploriamo con fiducia di essere liberati dal flagello della epidemia che in questo tempo affligge e sconvolge il mondo intero.
San Giovanni Paolo II, Patrono e amico della nostra Comunità, prega per noi!

Come in tutta la diocesi ambrosiana, anche in città, lunedì 18 maggio, è ripresa la celebrazione delle messe alle quali sono tornare a presenziare i fedeli.
Nella foto i fedeli presenti e disciplinatamente distanziati all’eucaristia delle 9, che si è conclusa con la solenne benedizione con la reliquia di san Giovanni Paolo II, nel giorno in cui si è celebrato il centenario della sua nascita.
Altre immagini si riferiscono al momento di memoria e di preghiera in piazza della Concordia, davanti alla statua di Papa Karol Wojtyla, nel giorno centenario della sua nascita.

E’ possibile vedere il video del momento cliccando qui

Karol Wojtyła nacque il 18 maggio 1920 a Wadowice, cittadina della Polonia a sud-ovest di Cracovia
Fu eletto Papa il 16 ottobre 1978
Venne a Seregno tre volte da Vescovo e qui tornò da Papa il 21 maggio 1983
Morì il 2 aprile 2005
Fu beatificato da Papa Benedetto XVI il 1° maggio 2011
Fu canonizzato da Papa Francesco il 27 aprile 2014
La sua festa liturgica è il 22 ottobre
Il 14 settembre 2014 gli abbiamo intitolato la nascente comunità pastorale cittadina di Seregno